algelo

dolcezze dal 1963

*

Il panettone: Sua MaestĂ , il re della tavola di Natale



E’ morbido e gustoso, intenso e avvolgente. 
Tra frutta secca e bicchieri di spumante, il re del Natale è una presenza immancabile sulla tavola delle Feste. Da prodotto artigianale milanese il panettone ha conquistato tutta l’Italia, rendendo felici ovunque adulti e bambini. 
Varie sono le leggende legate alle sue origini.
 
Il Pan de’ Toni
La leggenda più famosa narra che durante la frenesia per le preparazioni della vigilia di Natale, il cuoco di Ludovico il Moro bruciò il dolce che aveva infornato.. 
Il suo assistente, di nome Toni, lo soccorse immediatamente offrendogli un dolce che aveva preparato in giornata con i prodotti trovati in dispensa: uova, farina, zucchero e uvetta passa. 
Questo pane dolce ebbe un tale successo sulla tavola dei nobili che Ludovico il Moro chiese al suo cuoco: “Chi ha preparato questo dolce?” “E’ il Pan de Toni, signore!” esclamò il cuoco.
 
Il Pan de ciocco
 
Quel che è vero è che a Milano la tradizione dei pani dolci preparati per le feste è molto antica e risalirebbe al Trecento.  Erano pani preparati con farina di frumento, una materia prima molto pregiata che, fino al 1395 , poteva essere usata dai panettieri milanesi solo a Natale. 
 
Narra Giorgio Valagussa, precettore di casa Sforza nel Quattrocento che era usanza portare in tavola questo pane durante il “rito del ciocco”, il momento nel quale alla vigilia di Natale si poneva un grande ciocco di legno nel caminetto. Il capofamiglia distribuiva così una fetta di questo pane ad ogni commensale. Una porzione veniva conservata fino al 3 febbraio, festa di San Biagio, quando la si mangiava come rito propiziatorio contro il mal di gola ed i raffreddori. 
 
Alle origini, il panettone era basso e non lievitato, infornato senza metterlo in uno stampo o in quelli che oggi chiamiamo pirottini. Fu Angelo Motta, negli anni Venti del Novecento, ad arricchirlo di burro e a fasciarlo con carta paglia, così da conferirgli quella forma alta e imponente che oggi conosciamo. 
 
A Natale i pasticceri di Algelo preparano morbidi panettoni artigianali in due varianti: classici o al cioccolato.  Per la farcitura hanno scelto il loro famoso e pregiato semifreddo dai diversi gusti. La scelta varia tra una golosa farcitura con gianduia e nocciole ed una classica chantilly con piccole gocce di cioccolato. 
 
Con un panettone artigianale farcito con il semifreddo di Algelo il successo sulla tavola delle Feste è assicurato!  





Diana de Martino
21-12-2017